Openstreetmap

Bike Map Lago di Varese

mercoledì 10 dicembre 2008

Trif Tartella Cicciona

Solo Trif per gli amici...

Come molti sapranno :-) abbiamo trovato nel nostro giardino - forse attratta dallo stato (ehm) selvaggio dello stesso - una nuova ospite: una tartarughina.



Dopo un po' di ricerche apprendiamo trattarsi di una "testudo hermanni" una tartaruga di terra, capitata lì chissà come...

In ogni caso decidiamo di prendercene cura. Ci siamo fatti una cultura tartarughesca (come sempre "google is your friend") e con un po' di preoccupazione scopriamo che:

1 - La tartarughina è troppo piccola per andare in letargo quest'inverno (dalle dimensioni deve essere nata a fine estate),
2 - Bisogna tenerla al caldo altrimenti non mangia e deperisce,
3 - La mortalità delle piccole tartarughe è alta.

Panico!!! come fare?

Decidiamo di tenerla provvisoriamente al caldo per mezzo di una comune lampadina sopra una scatola di cartone, in attesa di una sistemazione più degna.

E qui arriviamo al

TERRARIO

Il progetto prevede un ambiente di circa 60 * 40 (le misure esatte rispettano il phi - la proporzione aurea), corredata di prese d'aria, illuminazione, riscaldamento, copertura in plexiglass e piscina olimpionica.

Con una spesa di circa 20 Euro al Brico mi procuro il necessario per la struttura, altri circa 80 serviranno per l'acquisto di
- 1 lampada in ceramica da 50W
- 1 lampada UVB
- 1 lampada Spot da 50W
- 1 portalampada per la UVB
- 1 Termostato
- 1 termometro/igrometro

E ta-daa ecco il risultato:







Ora lei sembra felice, almeno a giudicare dalla quantità di erbette che divora, anche se è golosissima di Trifoglio, rigorosamente dal giardino, l'insalata del supermercato la schifa....